Qual è il calore pungente?

Il calore pungente, chiamato anche miliaria, appare come piccole protuberanze rosse sulla pelle in aree definite. È causato dalle piccole ghiandole sudoripare che vengono bloccate da una sudorazione abbondante. Questo problema è comune nelle persone esposte a lunghi periodi di calore e può svilupparsi a seguito di febbri alte.

Questo eritema è prurito e scomodo, ma in genere non rappresenta un rischio per la salute da solo. La miliaria profunda, tuttavia, può essere pericolosa, poiché blocca completamente le ghiandole sudoripare e può aumentare significativamente le malattie legate al calore, come l’esaurimento da calore o il colpo di sole. Inoltre, gli urti o le vesciche potrebbero infettarsi se sono graffiati. Questo può causare malattie più gravi, come le infezioni del sangue, che richiedono antibiotici per il trattamento. Per lo meno, grattando l’eruzione farà solo più prurito.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento per il calore pungente è semplicemente stando fuori dal fuoco quando possibile. La doccia più volte al giorno quando l’esposizione al calore è inevitabile può anche aiutare a liberare le ghiandole sudoripare. Man mano che la pelle cresce in modo naturale, l’eruzione cutanea alla fine si solleverà da sola, nella maggior parte dei casi, perché i dotti alla fine si schiariscono.

Spesso, il calore pungente si sviluppa sul corpo in aree con un alto numero di ghiandole sudoripare o in cui la pelle si sovrappone. Può essere mostrato all’inguine, sotto le ginocchia, sotto le ascelle o altrove. L’uso di antitraspirante può aiutare a controllare il problema sotto le braccia, ma non è raccomandato per altre parti del corpo.

Questa condizione può anche essere un problema per i bambini durante la stagione calda, e sono più propensi a svilupparla nell’area del pannolino. Permettere ai bambini di passare un po ‘di tempo fuori dai loro pannolini, magari su qualche padella per ridurre il disordine, può essere un buon modo per aiutare a chiarire tali eruzioni cutanee. Cambiare spesso i pannolini può anche aiutare, così come usare pannolini di stoffa. L’esposizione prolungata all’urina o alla materia fecale può ulteriormente irritare la pelle e causare infezioni.

Sia la lozione calamina che i bagni di farina d’avena possono dare sollievo allo sfogo pruriginoso. Dopo i bagni o le docce, le persone dovrebbero assicurarsi di asciugare completamente la pelle in modo delicato. Stare di fronte a una ventola che soffia delicatamente può aiutare ad asciugare il corpo senza causare attriti. Sapone molto semplice o sapone medicato, che non secca o irrita di più la pelle, dovrebbe essere usato con parsimonia.

Le persone possono anche usare la polvere dopo le docce per ridurre la sudorazione. Il talco è spesso raccomandato, ma può intasare la pelle e può essere pericoloso se inalato. Alcuni professionisti della salute consigliano invece l’uso della maizena, poiché offre gli stessi benefici.

Indossare certi tipi di indumenti può anche aiutare a prevenire o alleviare il calore pungente. I tessuti che trattengono il calore, come il nylon e il poliestere, dovrebbero essere evitati, così come la seta, perché tende a provocare più sudorazione. Lino e cotone sono le migliori opzioni.

Se queste eruzioni cutanee peggiorano e non si risolvono entro poche settimane, chi soffre dovrebbe chiedere il parere di un medico per determinare se c’è un’infezione. Se la persona ha la febbre o se l’eruzione peggiora, lui o lei dovrebbe anche cercare cure mediche. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, questa condizione passerà nel giro di poche settimane senza intervento medico o intervento.