Cos’è Placenta Previa?

La placenta previa è una complicanza che emerge in circa una su 200 gravidanze portate a termine. Viene creato quando la placenta si impianta troppo vicino alla cervice, a volte copre anche parzialmente l’apertura cervicale. Poiché l’utero e la cervice subiscono dei cambiamenti nelle ultime fasi della gravidanza per prepararsi alla nascita, si può verificare un sanguinamento improvviso e se la placenta previa è ancora presente all’inizio del travaglio, il parto vaginale può essere molto pericoloso.

Esistono tre diversi tipi di placenta previa: marginale, parziale e completa. La placenta marginale previa avviene quando la placenta si trova vicino alla cervice, ma non la copre. I tipi parziali e completi, come indicano i loro nomi, coprono parzialmente o completamente la cervice.

Nelle prime 20 settimane di gravidanza, la placenta previa viene a volte diagnosticata con ecografia prenatale. Mentre è qualcosa da cui guardare, non è qualcosa di cui preoccuparsi ancora, perché a volte la placenta cresce nella parte superiore dell’utero, dove l’apporto di sangue è più abbondante, e il problema si risolve da solo. Se questa condizione viene diagnosticata nella seconda metà della gravidanza, tuttavia, può essere motivo di preoccupazione.

A volte, un medico nota il problema su un’ecografia di routine, e altre volte, viene diagnosticata dopo che una madre in attesa segnala emorragie o spotting indolori. Poiché il tempo di consegna è molto più vicino, i rischi per la madre e il bambino possono aumentare. Le donne sono di solito messe a riposo pelvico, il che significa niente esami pelvici o rapporti sessuali, e possono essere incoraggiati a evitare il sollevamento di carichi pesanti. Se il sanguinamento e la placenta previa persistono fino alla fine del terzo trimestre, una madre può essere messa a riposo a letto.

Se la placenta previa è presente al momento della consegna, la maggior parte dei medici raccomanderà un taglio cesareo, che consentirà loro di portare fuori il bambino o i bambini in modo sicuro con un ridotto rischio di emorragia. Nel caso in cui l’emorragia da rottura sia grave nelle ultime settimane di gravidanza, potrebbe essere necessario un tratto cesareo immediato, anche se il bambino sarà prematuro. La madre potrebbe richiedere trasfusioni di sangue per compensare la perdita di sangue e dovrà essere monitorata dopo il parto per assicurarsi che il sanguinamento si sia completamente fermato.

Diversi fattori possono aumentare il rischio di placenta previa, tra cui l’età, il fumo, una storia di avere la condizione, gemelli e altri multipli e nascite precedenti. Come altre complicazioni della gravidanza, questa è completamente fuori dal controllo della madre, anche se può ridurre alcuni fattori di rischio, motivo per cui la cura prenatale di routine per verificare complicazioni e potenziali problemi con la consegna è così importante.