Cos’è Odontofobia?

Odontofobia è una grave paura di visitare il dentista o avere una procedura dentale eseguita. Molte persone provano qualche forma di emozione negativa quando visitano il dentista, ma le persone con odontofobia spesso evitano un esame dentistico a meno che non ci sia un problema grave. A volte una paura dei dentisti è causata da un’esperienza diretta, ma può anche essere il risultato di esperienze indirette, come ascoltare una brutta storia da un amico. Il trattamento può comportare tecniche comportamentali o farmaci, a seconda della gravità del problema.

Sebbene una grave paura dell’odontoiatria sia relativamente rara, è stato stimato che circa tre persone su quattro negli Stati Uniti hanno qualche paura di visitare l’ufficio del dentista. Circa il 5% di queste persone ha una grave odontofobia, che impedisce loro di visitare un dentista a meno che non ci sia un’emergenza. Evitare l’odontoiatria fino a quando si verifica un problema grave spesso rafforza le credenze negative di una persona sui dentisti.

L’odontofobia è solitamente il risultato di una brutta esperienza. La maggior parte delle persone con una forte paura delle procedure dentali hanno avuto una procedura dentale dolorosa nella loro vita, spesso da bambina. Questo è noto come odontofobia causata dall’esperienza diretta. Si ritiene che i dentisti scortesi o inavvicinabili abbiano maggiori probabilità rispetto ai dentisti amichevoli di provocare l’odontofobia attraverso l’esperienza diretta.

Alcune persone sviluppano l’odontofobia attraverso esperienze indirette. Se, ad esempio, una persona ascolta regolarmente storie negative di altre persone sulle procedure dentistiche, allora può diventare paurosa nonostante non abbia esperienze negative dirette. Il ritratto di dentisti nei media può anche causare una persona a diventare paurosa delle procedure dentali senza avere alcuna esperienza diretta.

Esistono numerose tecniche per il trattamento dell’odontofobia. Le tecniche comportamentali, come il rinforzo positivo, sono spesso efficaci nel trattamento di casi da lievi a moderati. Insegnare a una persona strategie di rilassamento può anche aiutare in alcune situazioni. Altri metodi, come l’ipnoterapia e la programmazione neuro-linguistica (PNL), sono a volte utili per trattare la paura dell’odontoiatria.

Se le cure dentistiche sono richieste con urgenza, ma un paziente non si sente in grado di sottoporsi alla procedura, a volte è necessario assumere farmaci. In alcuni casi viene somministrato un lieve sedativo a un paziente per aiutarlo a rilassarsi e sentirsi meno stressato. Il beneficio dei sedativi lievi è che il paziente può ancora parlare con il dentista. A volte, tuttavia, a seconda del tipo di procedura eseguita, può essere necessario un anestetico generale.