Cos’è l’iperemesi gravidica?

L’iperemesi gravidica è una forma grave di nausea mattutina nelle donne in gravidanza. Comporta vomito e grave nausea, che può portare a perdita di peso e squilibrio degli elettroliti, oltre alla disidratazione. Molte donne incinte provano nausea, infatti circa il 70-80% delle donne in gravidanza soffre di nausea mattutina. Solo l’un percento delle donne incinte ha iperemesi gravidica.

Alcune donne accusano nausea lieve senza vomito durante la gravidanza, mentre altre non hanno affatto nausea. La differenza tra iperemesi gravidica e nausea mattutina è la gravità della condizione. Con iperemesi gravidica, la nausea con vomito è grave. A differenza della tipica nausea mattutina, che si risolve in circa 12 settimane di gestazione, l’iperemesi gravidica di solito si attarda per tutta la gravidanza. Una donna con iperemesi gravidica diventerà disidratata e potrebbe avere difficoltà a tenere giù qualche cibo, se presente.

I sintomi di iperemesi gravidica sono quelli tipicamente associati a nausea e vomito grave. Includono avversione ad alcuni alimenti, perdita di peso – almeno il cinque percento del peso corporeo, riduzione della produzione di urina, disidratazione, mal di testa, stordimento e svenimento. Il vomito frequente associato all’iperemesi gravidica può causare ulcere gastriche e sanguinamento dell’esofago.

Mentre la causa esatta dell’iperemesi gravidica è ancora sconosciuta, l’aumento drammatico degli ormoni dopo il concepimento è noto per causare nausea. La ricerca ha dimostrato che ci sono alcuni fattori di rischio associati all’iperemesi gravidica, tra cui l’asma non trattato, una dieta ricca di grassi, disturbo post traumatico da stress (PTSD), stress elevato, multipli ed epilessia, tra gli altri. Se una donna ha una storia di cinetosi, emicranie, nausea premestruale, familiari femminili con iperemesi gravidica, o malattie del rene, del fegato o della cistifellea, può essere più incline all’iperemesi gravidica.

Nei casi più lievi di iperemesi gravidica, il trattamento può comprendere bande di digitopressione che applicano una pressione al polso interno per aiutare con la nausea. Anche le erbe come lo zenzero e la menta piperita possono essere d’aiuto, così come l’ipnosi. Per i casi più gravi, possono essere prescritti farmaci come metoclopramide o antireflusso. Quando una donna non è in grado di trattenere il cibo, potrebbe dover essere ricoverata in un ospedale per liquidi (IV) e / o tubi di alimentazione per via endovenosa.

Per anni si pensava che le donne affette da iperemesi gravidica fossero “fingendo” o presentando sintomi psicosomatici. Ancora oggi, alcuni medici sono lenti a prendere sul serio le lamentele di una donna. La ricerca ha dimostrato che la condizione non è psicosomatica, anche se devono essere condotte ulteriori ricerche per trovare trattamenti migliori. Alcuni studi hanno dimostrato che ogni anno negli Stati Uniti vengono spesi circa 200 milioni di dollari (USD) per il trattamento dell’iperemesi gravidica.