Cos’è l’immunologia?

L’immunologia è sia lo studio del sistema immunitario umano che il campo della medicina che tratta le malattie del sistema immunitario. L’immunità è la capacità del corpo di resistere a una malattia e il sistema immunitario è una rete di sistemi interagenti: midollo osseo, globuli bianchi, l’intero sistema linfatico e persino la pelle. L’immunologia risale alle antiche civiltà, come è noto da tempo che alcuni individui sono naturalmente immuni da alcune malattie e che i sopravvissuti a certe malattie sono immuni dalla malattia che hanno sopravvissuto. Dal momento che il sistema immunitario è così ampio, che comprende tutto, dalle cellule del sangue alla pelle, l’immunologia è un campo di studio molto ampio. Il trattamento di disturbi semplici come le allergie comuni e complessi come l’AIDS rientrano tutti nella categoria di immunologia.

I colpi di influenza sono un esempio di immunologia in azione. Ogni anno, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) fa un’ipotesi molto istruita alla quale, su un gran numero di virus influenzali, è probabile che circolino l’anno prossimo e formulerà il “vaccino antinfluenzale”. Tutti, in particolare quelli con un sistema immunitario indebolito, sono incoraggiati a ottenere il vaccino antinfluenzale, che fa sì che l’organismo produca i propri anticorpi per respingere quei particolari effetti. Se l’OMS indovina sbagliato, e siamo invasi da influenze per le quali non abbiamo ricevuto immunità artificialmente indotte, molte persone arriveranno con l’influenza.

L’artrite e l’asma sono malattie del sistema immunitario causate dall’ipersensibilità del corpo a certe sostanze. La maggior parte dei disturbi affrontati dall’immunologia sono quelli in cui il sistema immunitario del corpo non è sufficiente per scongiurare la malattia e il sistema immunitario deve essere integrato con l’assistenza esterna. Uno dei problemi più intrattabili dei problemi immunologici oggi è una malattia che attacca il sistema immunitario stesso, l’AIDS o la sindrome da immunodeficienza acquisita, causata dal virus dell’immunodeficienza umana (HIV).

L’AIDS lascia il corpo suscettibile alle infezioni che un paziente sano potrebbe facilmente combattere con i propri anticorpi. Poiché il sistema immunitario protegge l’intero organismo, l’AIDS lascia l’intero corpo vulnerabile e le infezioni opportunistiche possono attaccare più organi del corpo, indebolendo gravemente il paziente. Una varietà di terapie farmacologiche oggi può rafforzare il sistema immunitario e prolungare la vita del malato di AIDS, ma attualmente non esiste una cura.