Cos’è la Nomofobia?

La nomofobia è la paura estrema, spesso illogica, di non avere contatti telefonici mobili o cellulari. In effetti, il nome “nomofobia” deriva dalle prime due lettere delle parole “no” e dalla parola “mobile” più la parola “fobia”. Questa fobia, sebbene relativamente nuova rispetto ad altre fobie, è segnalata per interessare milioni di persone in tutto il mondo.

Alcune persone potrebbero chiedersi se hanno la nomofobia. Le persone affette dalla fobia possono avere un numero qualsiasi di sintomi. Generalmente, i sintomi sono basati sull’abilità di un individuo o sull’incapacità di usare un telefono cellulare. Ad esempio, una persona potrebbe provare a mantenere il suo cellulare acceso in qualsiasi momento, indipendentemente da quale altra attività in cui possa essere coinvolta. Potrebbe pensare che tenere il telefono in modalità vibrazione sia accettabile in aree di silenzio, come all’interno di una chiesa o di una biblioteca.

A volte una persona affetta da nomofobia avrà anche sintomi fisici o emotivi. Ad esempio, uno può sentirsi stressante o ansioso se non può usare il suo telefono cellulare. Può anche soffrire di un attacco di panico, che può causare oppressione al petto, respiro rapido e vertigini. I sintomi compaiono in genere quando l’utente del telefono cellulare è costretto a spegnere il telefono o quando perde la copertura cellulare. Spesso, la persona si agiterà per le infinite possibilità di quale danno possa accadere a lei o ai suoi cari mentre lei non è in contatto.

Ci sono alcuni modi per trattare i sintomi della nomofobia. In generale, molti dei metodi di trattamento sono orientati a dare alla persona con nomofobia più tranquillità. Pochi metodi di trattamento sono orientati a trattare l’effettiva fobia.

In alcuni casi, il trattamento prevede di capire altri passaggi che possono essere intrapresi se si perde il contatto cellulare o cellulare. Ad esempio, potrebbe essere consigliabile portare una carta telefonica che può essere utilizzata a un telefono pubblico. Inoltre, la persona potrebbe trovare utile dare ad amici e parenti un elenco di numeri di telefono di contatto, come numeri di telefono per il lavoro, hotel durante le vacanze o anche ristoranti per le cene fuori. Di conseguenza, la persona può sentirsi più tranquilla, sapendo che può essere contattata se è necessaria mentre è a destinazione.

Occasionalmente, nei casi più gravi, una persona con nomofobia potrebbe cercare una terapia. Un terapeuta può istituire un piano per svezzare una persona dal suo bisogno di un contatto costante con il cellulare. Può anche dare ai singoli indicatori interessati per evitare un’eccessiva dipendenza da un telefono cellulare nella vita quotidiana.