Cos’è la linfangiografia?

La linfangiografia è un tipo di studio di imaging medico che viene utilizzato per visualizzare il sistema linfatico, la rete di vasi e nodi che muove la linfa in tutto il corpo. Questa procedura viene eseguita in un ospedale o in un ambiente clinico ed è supervisionata da un radiologo o un tecnico medico. Lo scopo della linfangiografia è quello di raccogliere informazioni che possano essere utilizzate in modo diagnostico per saperne di più sul perché un paziente manifesta sintomi specifici e per escludere determinati problemi medici.

I pazienti sono spesso sedati per questa procedura perché può richiedere molto tempo e disagio. Il paziente sarà sveglio, ma rilassato a causa del sedativo, che renderà la linfangiografia più piacevole. La linfangiografia inizia con l’iniezione di una tintura nei piedi o nelle mani. Questo colorante fluirà nel sistema linfatico e diventerà visibile, consentendo a un medico, infermiere o tecnico di inserire un catetere in uno dei vasi che trasporta la linfa.

Il catetere viene utilizzato per introdurre un colorante a contrasto, noto anche come agente di contrasto. I coloranti a contrasto sono radiopachi, il che significa che verranno visualizzati su immagini a raggi X. Il movimento del colorante a contrasto viene seguito con l’assistenza di un fluoroscopio, che genera un’immagine in movimento a raggi X del corpo. Una volta diffusi attraverso il sistema linfatico o l’area di interesse, è possibile eseguire serie di raggi X. Altre radiografie possono essere prese il giorno successivo.

Dopo la procedura, il paziente può sentirsi leggermente dolente, specialmente dietro le ginocchia. Comunemente fluidi corporei come l’urina sono macchiati con la tintura utilizzata all’inizio della procedura per localizzare i vasi linfatici, e questo si risolverà in diversi giorni una volta che il corpo avrà espresso tutto il colorante. I risultati della linfangiografia possono essere letti immediatamente o interpretati in un momento diverso e discussi successivamente con il paziente.

Un motivo per cui un medico ordina una linfangiografia è la preoccupazione per i blocchi nel sistema linfatico. Se un paziente ha una gamba gonfia o un braccio che si ritiene essere il risultato di un backup della linfa, ad esempio, può essere utilizzata una linfangiografia per trovare il blocco in modo che possa essere affrontato. Questo tipo di imaging medico può anche essere utilizzato per verificare la presenza di segni di cancro, sebbene sia possibile ottenere un falso negativo su una linfangiografia, quindi un risultato chiaro non significa necessariamente che il paziente non ha il cancro.