Cos’è la flebo post-nasale?

Tutti sanno quanto sia triste essere malati o soffrire durante un’intensa stagione di allergie: i tuoi occhi possono lacrimare e sentire prurito o gonfiore, aree del tuo viso possono sentirsi gonfie o doloranti dai seni pressurizzati … e poi c’è quella flebo costante nel nella parte posteriore della gola, o la sensazione che ci sia un liquido che si accumula lì dietro, provocandoti di provare più volte a deglutire ea sbarazzarti di esso. Quella sensazione nella parte posteriore della gola, che sia una flebo o un accumulo, è chiamata flebo post-nasale. Chi soffre di sinusite può sapere per esperienza che non sempre prende le allergie o il raffreddore per provocare una flebo post-nasale.

Semplicemente uscire al freddo o mangiare cibi caldi o piccanti può scatenare la flebo post-nasale. Alcuni farmaci, come pillole anticoncezionali e farmaci per abbassare il colesterolo, possono anche causare questa condizione. Può significare normali cambiamenti del corpo, come i livelli di ormoni fluttuanti dovuti alla gravidanza o ad un altro cambiamento nel corpo. Può anche verificarsi quando l’aria è semplicemente troppo secca.

La flebo post-nasale può essere un avvertimento di altri problemi. Non è una cattiva idea dare una sbirciatina dopo aver soffiato il naso – o quello di tuo figlio, il moccio verde o giallo che persiste più a lungo del normale periodo di tempo per un raffreddore può indicare la presenza di un’infezione sinusale. I genitori dovrebbero anche essere consapevoli del fatto che i bambini piccoli tendono ad attaccare piccoli oggetti sul naso: se un lato del naso del bambino gira incessantemente, il bambino potrebbe avere un oggetto bloccato nel naso.

Anche se sembra che la flebo post-nasale sia sempre associata a un problema, ti assicuro che non è il caso. È perfettamente naturale che il corpo umano produca da uno a due litri di muco al giorno. Lo scopo di tutto quel muco è quello di pulire, mantenere umido l’interno del naso insieme all’aria che lo attraversa, impedire che grandi particelle nell’aria entrino nei polmoni e contribuire a combattere le infezioni. Per quanto disgustoso possa sembrare, di solito inghiotti la maggior parte di questo muco senza nemmeno rendertene conto.

Quando i tuoi sintomi di gocciolamento post-nasale sono semplicemente il risultato di normali operazioni del corpo e non significano problemi più seri, ci sono alcuni modi per diminuire il tuo disagio. Fondamentalmente, vuoi incoraggiare il muco a scorrere più veloce in modo che non si raccolga in gola. Bere più liquidi può farlo se sei diventato leggermente disidratato, bere tè caldo incoraggia anche il flusso di muco. Impacchi caldi sopra i seni – quelle maschere per occhi dall’aspetto stupido – aiutano anche. Una tecnica chiamata irrigazione nasale pulsatile, che irriga i passaggi nasali con una soluzione salina, può anche essere molto efficace nell’eliminare la flebo post-nasale, tuttavia, questa tecnica dovrebbe essere utilizzata solo secondo le istruzioni del medico.