Cos’è il cancro alla prostata?

La prostata è una ghiandola delle dimensioni di una noce che si trova all’interno del sistema riproduttivo maschile. Il ruolo della ghiandola prostatica è quello di produrre e conservare liquido seminale. Il cancro alla prostata è una forma di cancro che comporta una crescita che ha origine nella regione della prostata. Può iniziare come cellule tumorali nell’area della prostata e diffondersi ad altre parti del corpo, comprese le ossa e i linfonodi. Se autorizzato a diffondersi a questo livello, questo cancro è fatale.

Più comunemente si verificano negli uomini con più di 50 anni, i segni del cancro alla prostata comprendono difficoltà con minzione, dolore, lieve impotenza e sangue nelle urine. Durante le prime fasi, tuttavia, di solito non ci sono segni o sintomi di allarme. Fortunatamente, un professionista medico può facilmente diagnosticare questo tipo di cancro durante le sue fasi iniziali con un controllo di routine della prostata. Questo controllo consiste in un esame del retto e un esame del sangue con antigene prostatico specifico (PSA).

Il cancro alla prostata inizia quando le cellule della ghiandola prostatica si trasformano in cellule cancerose. La piccola quantità di cellule tumorali presenti nella prostata inizia a moltiplicarsi e alla fine si diffonde. Queste cellule si diffondono al tessuto prostatico, dove si forma un tumore.

Molti fattori possono aumentare i rischi di un uomo che sviluppa questo tipo di cancro. L’età è un fattore, così come la genetica. Se un membro della famiglia lo ha o è avvenuto, è probabile che anche un altro parente maschio lo svilupperà.

La dieta di un uomo è un altro potenziale fattore di rischio per il cancro alla prostata. La mancanza di vitamina E, in particolare, sembra aumentare il rischio. La vitamina E si trova di solito in verdure verdi, pomodori e alcuni frutti di mare. Bassi livelli ematici di vitamina D possono anche portare ad un rischio maggiore di cancro.

D’altra parte, l’assunzione regolare di aspirina, ibuprofene e altri farmaci anti-infiammatori può ridurre il rischio di cancro alla prostata. I farmaci mirati a ridurre i livelli di colesterolo hanno anche mostrato risultati promettenti nella loro capacità di ridurre il rischio.