Che cos’è la leucoplachia pelosa?

La leucoplachia pelosa è un’infezione virale della lingua che si manifesta con lesioni ruvide, traballanti e bianche che sembrano peli in crescita. La condizione è più comunemente osservata negli individui HIV-positivi, ed è spesso uno dei primi segni che una persona è infetta. Le lesioni sono solitamente indolori e non causano sintomi fastidiosi, ma la valutazione medica è ancora importante per determinare la causa sottostante e ricevere il trattamento adeguato.

La ricerca medica ha indicato che la leucoplachia pelosa è causata dal virus Epstein-Barr, un comune agente virale presente nella bocca e in altre mucose. Quasi tutti nel mondo portano il virus, ma rimane dormiente e completamente innocuo in individui sani. Quando il sistema immunitario è indebolito da HIV, AIDS, farmaci immunosoppressivi o frequenti trasfusioni di sangue, il virus Epstein-Barr può attivarsi e innescare lo sviluppo peloso della leucoplachia.

Il primo segno di leucoplachia pelosa è di solito un film sottile bianco sporco ai lati della lingua. Nell’arco di diversi giorni o settimane, piccole lesioni piatte tendono a svilupparsi su diverse sezioni della lingua. Le lesioni sviluppano un aspetto peloso quando iniziano a sfaldarsi e sviluppano le creste sollevate. La superficie esterna dei fiocchi può raschiarsi durante la spazzolatura o il risciacquo, esponendo l’interno più scuro di una lesione. Il dolore è raro con leucoplachia pelosa, ma le lesioni che si rompono e si infettano con i batteri possono causare dolorabilità e infiammazione.

Un medico può confermare la leucoplachia pelosa raccogliendo e analizzando un piccolo campione di tessuto. In un laboratorio medico, un patologo clinico ispeziona il tessuto al microscopio per escludere altre possibili cause di decolorazione della lingua, come il cancro e l’infezione batterica. I pazienti che non sanno se sono o meno positivi all’HIV ricevono tipicamente esami del sangue.

La leucoplachia pelosa potrebbe non richiedere un trattamento medico se non causa sintomi fisici. Se le lesioni sono grandi o dolorose, un medico può prescrivere un farmaco antivirale orale o topico per ridurle e aiutare a prevenire lo sviluppo di nuove patologie. Spazzolare regolarmente ed evitare prodotti a base di tabacco e cibi piccanti aiuta a ridurre le possibilità di un’infezione batterica ricorrente in bocca.

Nella maggior parte dei casi, i medici sono più preoccupati delle cause alla base della leucoplachia pelosa rispetto alle lesioni stesse. I regimi di trattamento per l’HIV o un’altra condizione immunosoppressiva vengono iniziati immediatamente dopo che sono stati rilevati. I pazienti possono aver bisogno di assumere quotidianamente farmaci per via orale o ricevere colpi regolari per il resto della loro vita per aiutare a gestire i sintomi e rallentare la progressione di gravi malattie.